Notizie da non perdere

Come registrare una telefonata con Android

Scritto da in data Luglio 12, 2018 0 1138 Views

Vuoi sapere come fare per registrare una telefonata con Android? Niente di complesso: ti basterà scaricare l’app più utile per i tuoi scopi. Quante volte ti sei detto “Ah, se potessi farti risentire cosa mi hai detto a telefono l’altro giorno ti vergogneresti”? Bene, sappi che è possibile farlo. Ossia, è possibile registrare le chiamate con il telefonino e riascoltarle (e farle riascoltare) ogni volta che si vuole. Una volta registrata, infatti, una chiamata non è altro che una traccia musicale salvata sulla memoria del nostro dispositivo. Basterà lanciare il lettore musicale e riascoltare una telefonata sarà semplice come bere un bicchiere d’acqua.

Prima, però, è necessario creare quella traccia. Ti stai chiedendo come registrare una telefonata con Android? Nulla di più semplice: basta aprire il Google Play Store e scaricare l’app che più sembra adattarsi alle tue necessità e avviarla poco prima della chiamata. In alternativa, puoi impostarla in modo che si attivi ogni volta che fai una chiamata. Appena riattaccato, vai nella galleria multimediale e verifica se puoi ascoltare la telefonata: se la traccia è presente, vorrà dire che tutto è filato liscio.

Come registrare una telefonata con Android

 

Prima di scoprire quali app usare per registrare una telefonata con Android, però, è necessario un doppio preambolo, di natura tecnica e giuridica. Prima di tutto: è legale registrare chiamate in Italia? Sì, a patto che sia fatto da una delle persone che partecipa alla chiamata. In caso contrario, si sconfinerebbe nel campo delle intercettazioni telefoniche, regolate dalla legge e solo se autorizzate da un giudice o un pubblico ministero. Qualcosa, insomma, al di fuori della tua giurisdizione.

Sul fronte tecnico, poi, per registrare chiamate Android che abbiano una qualità accettabile(ossia, che la voce delle due persone che parlano sia perfettamente comprensibile) è meglio avere tra le mani uno smartphone Android rootato (ossia sbloccato). Ci sono moltissime applicazioni sul Play Store che permettono di registrare telefonate. Tuttavia, non sempre riescono a creare file audio di buona qualità. In alcuni casi, infatti, ci ritroveremo con file audio poco comprensibili, se non del tutto incomprensibili.

Fare il root dello smartphone Android, però, non è operazione semplice, né del tutto priva di pericoli. Se qualcosa dovesse andare storto, infatti, il tuo telefono non sarebbe più utilizzabile, né coperto da garanzia. Insomma, se il root non andasse a buon fine dovresti buttare il telefono Android e, come se non bastasse, perderesti tutti i dati. Sto parlando di foto, video, SMS, chat WhatsApp e altri file che hai salvato al suo interno.

Nella guida che segue ti indicheremo un paio di app che funzionano abbastanza bene anche senza fare il root del telefono. In questo modo, non metterai a rischio il tuo dispositivo e potrai riascoltare le telefonate tutte le volte che vorrai.

 

App per registrare chiamate con Android

Tra le diverse soluzioni presenti sul Google Play Store per registrare una telefonata con Android e riascoltarle, due su tutte si distinguono per la chiarezza delle registrazioni e la facilità con le quali possono essere utilizzate. Si tratta di CallRecorder: CallRec Free e Registratore di chiamate. Entrambe gratuite (anche se con acquisti in app per salvare nel cloud le chiamate registrate o modificare il formato file di registrazione), funzionano senza necessità di root dello smartphone Android. Un pò come quelle che ti ho consigliato nella guida per registrare le chiamate vocali di WhatsApp. Per altro, non richiedono particolari conoscenze informatiche. Insomma, anche se sai appena come usare il telefonino, potrai registrare le chiamate senza difficoltà alcuna.

CallRec Free

 

Caratterizzato da un’interfaccia estremamente pulita e intuitiva, CallRecorder è probabilmente l’app più conosciuta per registrare una telefonata con Android. Puoi scaricarla gratuitamente da qui. Dopo averla installata sul proprio dispositivo, CallRecorder registrerà tutte le chiamate in background, sia quelle fatte sia quelle ricevute. Se non cerchi particolari configurazioni o personalizzazioni, avrai già raggiunto il tuo scopo. Per riascoltare le telefonate basterà avviare CallRecorder, navigare tra le varie schede e scegliere quelle in ingresso, in uscita o l’intero elenco delle chiamate.

Nel caso avessi dei problemi con la qualità audio della registrazione, apri il menu hamburger(l’icona con tre linee in orizzontale, per intendersi) e premi su Automatic combination of settings. In questo modo l’app sceglierà le impostazioni predefinite che meglio si adattano al tuo dispositivo. Insomma, tutto nell’ottica di favorire gli utenti anche alle prime armi. Andando a spulciare tra le impostazioni, inoltre, potrai impostare un codice di sicurezza che impedirà a qualche spione di riascoltare le tue chiamate.

Registratore di chiamate

 

Registrare una telefonata con Android usando l’app Registratore di chiamate è più semplice di quanto tu possa pensare. Anche in questo caso avrai a che fare con un’interfaccia estremamente semplice e, a differenza di CallRecorder, completamente tradotta in italiano. Puoi scaricarla tramite questo indirizzo.

Le chiamate verranno registrate in sordina e verranno mostrate tutte nell’interfaccia principale. Saranno disposte in un elenco ordinato cronologicamente (le ultime chiamate nella parte alta della schermata). Per riascoltare una telefonata basterà premere su quella che ci interessa e attendere che venga riprodotto il file registrato. Si aprirà una nuova finestra che permette di gestire la registrazione. Grazie ad essa, puoi aggiungere una nota, salvare la chiamata tra i preferiti o eliminarla.

Tali registrazioni possono inoltre essere archiviate in locale o nel cloud, collegando un account Google Drive o Dropbox. Dalle impostazioni, puoi anche modificare la qualità delle registrazioni. Per altro, nella sezione Filtri, puoi scegliere se registrare tutte le chiamate o aggiungere dei filtri, così da escludere dei contatti o dei numeri di telefono “particolari”.

Insomma, per registrare una telefonata con Android usando Registratore di chiamate, non dovrai fare nulla di particolare. Dopo averla installata, concessi i permessi per accedere a rubrica, microfono e altre funzionalità del telefonino (tutte necessarie, per funzionare al meglio), l’app inizierà a registrare in background. Al termine, potrai riascoltare la telefonata e verificare che tutto sia andato per il verso giusto.

Autore articolo

Fr3nkMara
Fr3nkMara
Amante della fotografia, film, videogiochi e fumetti da quando c'erano ancora videocassette e floppy disk. Amo far passare le cose che mi piacciono e mi fanno stare bene attraverso la scrittura. Do molte cose per scontate, ma non si smette mai di imparare, no?!

Lascia un commento su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.