Notizie da non perdere

Fortnite: lo streamer Ninja non brillante ai Vegas 2018

Scritto da in data Aprile 24, 2018 0 1058 Views

Nessuno è imbattibile

 

Lo scorso fine settimana, il fenomeno di Fortnite nonché streamer su Twitch Tyler “Ninja” Blevins ha messo alla prova il suo coraggio in un torneo competitivo incentrato proprio attorno a lui: il Ninja Vegas 2018, un evento competitivo davvero bizzarro e senza precedenti in cui i giocatori potevano comprare i biglietti per mettere le mani su una vera e propria taglia di $ 2,500 sulla testa di Ninja.

Nel corso di nove partite, la star di Fortnite ha imparato sulla propria pelle che nessuno è imbattibile, prendendole di santa ragione (e segnando anche un record di 667.000 spettatori Twitch). Le partite erano limitate a 75 giocatori, ognuno dei quali poteva ottenere $ 2,500 per aver eliminato Ninja (la modalità streamer impediva ai giocatori di cercarlo attivamente) oltre ad altri $ 2,500 per la vittoria di ogni partita.

La motivazione di tutto questo? Semplice: essere sotto pressione non gli ha permesso di dare sfogo alle sue grandi abilità, vinceno solo un match e arrivando secondo in altri due, perdendo quindi i rimanenti sei. La prossima volta suggeriamo al buon Ninja di mantenere calma e sangue freddo: gli serviranno.

Mentre negli shootout di PUBG iniziano e finiscono in secondi, le battaglie di build di Fortnite possono durare per minuti e di solito attirare e eliminare quanti più giocatori. Una piccola mappa con colori luminosi e contrastanti spinge i giocatori in conflitto più velocemente e rende l’azione più facile al bulbo oculare. In tandem con i nuovi strumenti di replay di Epic e con i bravi streamer, Fortnite potrebbe essere guardabile come una vera battaglia. Non siamo riusciti a vedere gli strumenti di riproduzione flettersi in un ambiente live mentre si tracciavamo dozzine di giocatori, ma il potenziale è sicuramente lì.

 

Come abbiamo visto finora nei maggiori tornei di PUBG, i concorrenti di Ninja Vegas si sono diffusi, evitando la folla nei soliti punti caldi come Tilted Towers. Nelle partite pubbliche di Fortnite ci sono enormi strisce della mappa che a malapena vengono toccate, quindi è stato bello vedere l’intera isola in uso. Con una densità di popolazione scarsa, il conteggio dei giocatori è diminuito più lentamente e ha prodotto un gioco teso e imprevedibile. È un gioco completamente diverso.

Costruito come una mostra per il talento di Ninja, Ninja Vegas 2018 è riuscito a distruggere l’immagine degli streamer popolari come Mostri e la percezione pubblica di come Fortnite sia un competitivo a tutti i livelli.

Vincendo due incontri su tre nella prima manche, Blind ci ha mostrato quale ruolo di primo piano potrebbe apparire nella nascente scena competitiva di Fortnite. Nella prima partita Blind è riuscito a conquistare Ninja e vincere. Neanche un colpo di fortuna, perché Blind inseguito ha finto un’altra volta.

 

 

 

 

Durante uno dei momenti più sorprendenti di Ninja Vegas 2018, 4DRStormYT ha conquistato una vittoria con la sicurezza e l’abilità di un veterano di esports, solo per la panoramica della telecamera e rivelando un quattordicenne al timone.

 

 

Ninja ha concluso lo show con una sola vittoria e due close call al secondo posto. Non è un’impresa da poco in un pool di oltre 200 giocatori esperti, ma deludente per chiunque si aspetti una performance da star dell’attuale star di Twitch. È ancora più sorprendente considerando il passato di Ninja. Potrebbe essere il più grande streamer al mondo, ma ha costruito quella reputazione da una redditizia carriera agonistica in Halo e H1Z1, più di recente giocando a PUBG all’IEM Oakland.

 

 

Fonte: PCGAMER

 

 

Lascia un commento su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.