Notizie da non perdere

Samsung presenta la terza generazione di SSD 970 PRO ed EVO

Scritto da in data Aprile 28, 2018 0 359 Views

Samsung 970 PRO ed EVO sono progettate sulla base dello standard per il fattore di forma M.2 e con la più recente interfaccia PCIe Gen3, x4

 

Samsung Electronics Co., Ltd., ha presentato oggi Samsung 970 PRO ed EVO, la terza generazione di unità SSD (Solid State Drive) dell’azienda, leader di settore nel mercato consumer.

Dopo aver introdotto sul mercato le prime unità SSD NVMe per gli utenti consumer nel 2015, Samsung continua a innalzare gli standard delle prestazioni con questa ultima generazione di unità SSD pensate appositamente per consentire agli appassionati di tecnologia e ai professionisti di ottenere una maggiore larghezza di banda per i carichi di lavoro più impegnativi su PC e workstation.

“Samsung ha avuto un ruolo di primo piano nel settore SSD NVMe fin dall’inizio e l’azienda continua a definire gli standard per l’archiviazione consumer con le prestazioni senza precedenti delle unità SSD 970 PRO ed EVO”, ha dichiarato Un-Soo Kim, Senior Vice President of Brand Product Marketing, Memory Business di Samsung Electronics. “La serie 970 fissa nuovi parametri di riferimento in tutti gli aspetti per il mercato SSD NVMe con prestazioni rivoluzionarie, un’affidabilità superiore e capacità di massimo livello”.

Samsung 970 PRO Evo

Le unità Samsung 970 PRO ed EVO sono progettate sulla base dello standard per il fattore di forma M.2 e con la più recente interfaccia PCIe Gen3, x4. La serie 970 massimizza il potenziale della larghezza di banda NVMe, offrendo prestazioni senza confronti per l’elaborazione di grandi volumi di dati, inclusi 3D, grafica 4K, giochi high-end e analisi dei dati.

970 PRO consente una velocità di lettura sequenziale fino a 3.500 MB/s e una velocità di scrittura sequenziale fino a 2.700 MB/s, mentre EVO offre una velocità di lettura sequenziale fino a 3.500 MB/s e una velocità di scrittura sequenziale fino a 2.500 MB/s. Queste velocità di scrittura sequenziale rappresentano un miglioramento fino al 30% rispetto alla generazione precedente, grazie all’ultima tecnologia V-NAND di Samsung e al controller Phoenix riprogettato. L’unità 970 EVO, in particolare, utilizza la tecnologia Intelligent TurboWrite, che impiega una dimensione del buffer fino a 78 GB per consentire velocità di scrittura superiori.

Oltre al miglioramento dei livelli di prestazioni, le unità 970 PRO ed EVO assicurano una resistenza e un’affidabilità eccezionali. Con una garanzia di cinque anni, o fino a 1.200 terabyte scritti (un valore superiore del 50% a quelli previsti per la generazione precedente), le unità 970 PRO ed EVO sono progettate per durare nel tempo. La tecnologia Dynamic Thermal Guard protegge dal surriscaldamento monitorando e mantenendo automaticamente temperature operative ottimali, mentre un dissipatore di calore e un nuovo controller rivestito in nichel abbassano ulteriormente le temperature dell’unità SSD.

970 PRO ed EVO offrono anche una maggiore flessibilità di progettazione per i sistemi di elaborazione ad alte prestazioni. Offrendo diverse opzioni ad alta capacità in un fattore di forma compatto M.2 (incluso il modello EVO a lato singolo da 2 TB), la serie 970 consente di aumentare facilmente lo spazio di archiviazione su una vasta gamma di dispositivi di elaborazione.

Il modello 970 EVO sarà disponibile con capacità da 250 GB, 500 GB, 1 TB e 2 TB, mentre il modello 970 PRO con capacità da 512 GB e 1 TB. Le unità 970 PRO ed EVO saranno disponibili per l’acquisto a partire  da maggio 2018 a un prezzo di vendita consigliato a partire da 340,79 e 125,29 euro, rispettivamente.

Per ulteriori informazioni, inclusi i dettagli sulla garanzia, visitarewww.samsung.com/SSDwww.samsungssd.com.

Autore articolo

Fr3nkMara
Fr3nkMara
Amante della fotografia, film, videogiochi e fumetti da quando c'erano ancora videocassette e floppy disk. Amo far passare le cose che mi piacciono e mi fanno stare bene attraverso la scrittura. Do molte cose per scontate, ma non si smette mai di imparare, no?!

Lascia un commento su Facebook

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.